Le migliori padelle in ghisa, più pregi che difetti

Avete mai provato a cuocere il pollo in una padella di ghisa? Se non l’avete fatto provateci, chi invece ha già sperimentato questa, come altre ricette, utilizzando una padella di ghisa sa già il valore aggiunto che può dare questo tipo di utensile alla cottura in termini di gusto e sapore. A cosa è dovuto questo pregio attribuibile alle padelle realizzate con questo materiale? Il segreto va ricercato nella qualità di questo antico materiale e nella sua stagionatura o indurimento, un trattamento preliminare da fare prima di usare la padella per la prima vola consistente nell’oliare la superficie di cottura. L’olio penetra nel fondo creando una sorta di legame polimerico con la ghisa. Poi si riscalda, prima dell’uso, fino a che l’olio non vada in fumo, un processo che contribuisce a creare una patina antiaderente in grado di far cuocere meglio i cibi e far durare più a lungo l’utensile.

Per venire incontro agli utenti, i maggiori produttori di padelle pre-stagionano i modelli in ghisa predisponendoli già all’uso dal primo utilizzo. C’è, comunque, chi nonostante questo trattamento, lo ripete personalmente, una volta a casa, in modo da essere sicuro che la padella possa essere sufficientemente rodata per funzionare meglio e più a lungo. Più le padelle in ghisa vengono stagionate, attraverso l’oliatura della superficie e più il fondo risulterà liscio e antiaderente per buona pace dei cibi che andranno ad occupare il ‘letto’ della padella. Unico neo delle padelle in ghisa, lamentato dai più, è l’eccessivo peso.

Per ovviare a questo difetto, molte case produttrici hanno scelto di dotare questo tipo di padelle di manici più corti e in certi casi removibili, proprio per non infierire sul peso. In ogni caso, la ghisa resta uno dei materiali migliori e versatili impiegati nella realizzazione delle padelle, ieri come oggi, ottimo per cotture al forno, brasature e grigliate, nonché arrosti, fritture e soffritti. Ideali anche come padelle a saltare e per i sughi, i modelli in ghisa si prestano alla messa a punto di un ricco menu di pietanze assortite e, tolti i manici estraibili, fungono da ottime teglie anche in forno per la cottura di dolci e lasagne.